Il Trap e il web

Home / il mestiere del grafico / Il Trap e il web

E’ notizia di qualche giorno fa: anche il leggendario Trap (per chi proprio proprio non lo sapesse Giovanni Trapattoni, vera e propria icona del calcio italiano) da deciso, ad oltre 80 anni, di “sbarcare” sui social e di inaugurare il suo sito internet ufficiale.

La notizia secondo me è interessante, perché, come lo stesso protagonista racconta, “..Nel mio piccolo cerco soltanto di colmare il divario imparando e usando questi mezzi così cari ai giovani, il nostro futuro.”

Credo che oltre ad una nota di colore, e magari a motivazioni di carattere personale del Trap, sia assolutamente interessante valutare quelle che sono state le scelte effettuate da lui e dal suo staff o comunque da chi collabora con lui.

Oltre ad attivare degli account sui principali social network, è stato creato anche un sito internet ah hoc, tra l’altro molto piacevole da visitare.
Infatti, se i social sono degli straordinari mezzi di iterazione con il pubblico, il sito ufficiale rimane sempre il cardine della comunicazione di un’impresa, un’associazione, o di un’istituzione. E’ sul sito che si raccontano le informazioni essenziali, che ci si prende il tempo necessario per descriversi e presentarsi, dove si utilizzano quelle immagini, quelle parole e quei contenuti che veramente caratterizzano l’attività.

Insomma, la scelta tra social e sito è intrinsecamente sbagliata secondo me, perché è nella dinamica tra questi due elementi che viene fuori una comunicazione di successo!